Corso di Hip Hop

 

(a partire da 8 anni)

I corsi proposti sono divisi per età e livelli (anni distudio e attitudine)

hiphop 

UN PO’ DI STORIA….

L'hip hop è un movimento culturale nato in prevalenza nelle comunità Afroamericane del Bronx,  quartiere di New York negli anni '70 .

Cuore del movimento è stato il fenomeno dei Block Party, feste di strada, in cui i giovani afroamericani e latino americani interagivano suonando, ballando e cantando. Parallelamente il fenomeno del writing (graffiti) contribuì a creare un'identità comune in questi giovani che vedevano la città sia come spazio di vita sia come spazio di espressione. Negli anni '90 gli aspetti di questa cultura hanno subito una forte esposizione mediatica varcando i confini americani ed espandendosi in tutto il mondo. Il riflesso di questa cultura "urbana" ha generato oggi un imponente fenomeno commerciale e sociale, rivoluzionando il mondo della musica, della danza, dell'abbigliamento e del design.

I 4 elementi principali sono:

- MCing: introdotto dagli Afroamericani: l'MC , Master of Ceremonies , è colui che intrattiene il pubblico con il suo RAP (modo di cantare cadenzato e rimato che deriva dai GRIOT, musicisti viaggiatori e poeti dell'Africa occidentale)

- Djing: introdotto dai giamaicani : l'arte di mixare la musica con i dischi (turntablism)

- Writing : introdotto dai latinoamericani: i graffiti erano un modo per etichettare una crew o una gang (aerosol art)

- B-boying: introdotto dagli afro e latinoamericani del Bronx: è stato il primo stile di danza hip hop in cui protagonisti erano i breakdancer (il nome deriva dal tipo di musica utilizzato cioè il break-beat).

Dalla musica funky si formano poi altri stili che vengono ballati in piedi ( a differenza della breakdance che si ballava prevalentemente a terra), tra i maggiori ricordiamo il popping, il locking, l'hype, ed il voguing.

Nel New style  la tecnica della "vecchia scuola" è mischiata con dinamiche nuove, il krumping per esempio,  o la housedance che riprende varie forme di danza (latino, jazz, tip tap) ed è danzata sulla musica house, per l'appunto, caratterizzata dai battiti per minuto più veloci e dall'accento in levare contrario a quello in battere che è alla base del rap.

Dagli anni novanta questo genere di musica è entrato agli apici delle hit mondiali ed anche la sua danza si è adattata contaminandosi con altre arti, come quella della coreografia, che molto poco ha dell'improvvisazione e della spontaneità della matrice hip hop, ma che bene si adatta alle leggi commerciali dei video clip o all'esigenza di creare degli show con ballerini professionisti.