Modern Jazz

I corsi proposti sono divisi per età e livellijazz

(anni di studio e attitudine):

Modern-jazz (Monica Stoppi)

Personalmente traggo ispirazione dalla musica, è lei che mi guida nei passi. Ricerco il giusto equilibro tra tecnica e espressività, tra tecnica edemozione. Non prediligo uno stile, spazio dal lyrical , al jazz , al modern, al musical.

La musica è pertanto varia. Ovviamente il mio stato d’animo è importante e mi aiuta nelle scelte musicali. La lezione è sempre articolata in più fasi:

  • riscaldamento coreografato (esercizi complessi studiati su musica atti a preparare e scaldare le parti del corpo)
  • allenamento muscolatura addominale (sempre su musica)
  • stretching (sequenza coreografata a terra)
  • sequenze di esercizi tecnici (coreografati su musica), quali pliè, tendu…..
  • studio di elementi tecnici al centro o in diagonale come giri e salti
  • sequenza coreografata lungo la diagonale che vede l’uso degli elementi studiati inseriti in una sequenza
  • coreografia finale. Si costruisce una sequenza coreografica dove appunto espressività e tecnica si fondono.

Nella seconda metà dell’anno accademico, quando si passa all’allestimento dello spettacolo, lo studio della coreografia è finalizzata allo stesso. Pertanto non tralasciando comunque mai il riscaldamento, lo studio coreografico diventa fondamentale.

In questo caso il contesto detta il mio istinto creativo, perché in uno spettacolo e nel musical in particolare la coreografia è funzionale alla storia, pertanto il balletto deve prima di tutto raccontare ed è per questo che cerco sempre di contestualizzare l’idea di danza.

A metà anno (a discrezione della direzione e dell’insegnante) gli allievi potranno affrontare delle sessioni di esami interni , con una commissione esterna ed interna che valuterà la loro preparazione

A fine corso viene allestito uno spettacolo musicale a teatro (la partecipazione non è obbligatoria) in cui l’allievo finalmente si esibirà di fronte al pubblico per mostrare il livello raggiunto.